• slide_02.jpg
  • slide_03.jpg
  • slide_04.jpg
  • slide_05.jpg
  • slide_06.jpg

Welcome to Team Fiore's Official Website

Il 10 Novembre siamo partiti alla volta di Langnau per lo svolgimento del torneo Hirschen-Cup 2017 organizzato dal CC Emmental di cui fanno parte anche i nostri amici della squadra Langnau West Schwarz Heinz, Reinhold Dänzer, Bernhard Joss, Bernhard Wütrich, Markus Adam e Madlen Adam.

Sulla machina assieme a me sono saliti Raffi e Fiore; Raffi fungeva da copilota e programmatore del GPS, il viaggio è stato molto piacevole dal lato turistco avendo girato mezza Svizzera per arrivare a Langnau, un po' meno per le ore passate in auto e i chilometri in più fatti. All'arrivo ognuno ha preso le sue camere, io e Raffi avevamo una camera assieme e dunque ho potuto istruire il giovane viandante su come si ripone la biancheria al suo posto.

Alla sera eccoci finalmente alla prima partita proprio con i nostri amici, all'inizio ancora un po' frastornati dal lungo viaggio eravamo lunghi anche con i sassi, durante la partita ci siamo ripresi bene ma non siamo riusciti a ribaltare il risultato.
La seconda partita ci vedeva confrontati contro una squadra che non avevamo mai pensato di affrontare: la Rollstuhl di CC Bern, praticamente una squadra su sedie a rotelle. Inizialmente non si sapeva come giocare contro una squadra che non poteva scopare i suoi sassi e abbiamo cercato di giocare normalmente ma visto che dopo 2 end eravamo avanti 5-0 si è optato per cercare di "pareggiare" la situazione con gli avversari e con Fairplay ci siamo messi anche noi quasi alla stessa stregua non scopando più i nostri sassi, e qui devo dire che alla fine abbiamo vinto solo grazie ai primi 5 sassi fatti!! Bella esperienza!!
La terza partita ci vedeva confrontati con CC Worb, forse è stata una delle nostre migliori partite fatte in una Halle, alla fine, dopo non meno di una quarantina di Takeout, un pari ci soddisfava tutti.

Dopo la bella cena del sabato sera all'Hotel Hirschen, abbiamo affrontato l'ultima partita del nostro gruppo che ci poteva far andare alle finali, malauguratamente il giorno prima siamo andati a dormire troppo presto e questo al posto di aiutarci ha avuto un effetto al contrario, nessuno di noi 4 era presente e abbiamo perso la partita. Malgrado ciò felici della bella esperienza e delle nuove conoscenze fatte siamo risaliti in macchina sempre con il solito copilota che ha programmato la strada del ritorno, stavolta nulla è stato lasciato al caso e la strada era quella giusta, solo che durante il viaggio la presenza di volatili attorno all'autostrada ha distratto il conducente e il copilota così abbiamo allungato anche al ritorno un po' l'itinerario.
Sono stati dei bei giorni, e non ne avevo il dubbio con dei compagni come Voi, Forza Team Fiore!!!

 

Siamo partiti con una grande voglia di ritrovarci insieme per concludere la stagione di curling 2016/17. Ci rechiamo presso la pista Resega di Lugano, iniziamo con una colazione volante per definire lo schema di gioco.

Andiamo in campo con Lead Martino, Second Fiorenza, Third Raffaele e Skip Giuseppe affrontando con grinta la squadra del team Samedan 2 Hans. Partiti subito col turbo siamo poi stati rimontati e superati. Il risultato di 6-11 (0/4/6-2/5/11) ci ha lasciato un po' d'amarezza in bocca. 

Nella seconda partita contro il team Engelberg cerchiamo di non ripetere lo stesso errore di sederci dopo un inizio promettente, ma niente da fare. Anche la lunga pausa di un mese si fa sentire e arriviamo al risultato finale di 6-7 (0/3/5-2/4/6). Peccato che non siamo riusciti a giocare l'ottavo end, forse con quello potevamo agguantare i primi due punti. 

Il giorno seguente di buona mattina affrontiamo il team Celerina Sal. 2 e perdiamo anche la terza partita per 2-7. Il morale del Team Fiore scende e il nervosismo sale, ma purtroppo ci sono anche le giornate negative contro cui non c'è niente da fare. 

Ritorniamo a casa con i nostri dubbi sul quello che non andava e ripartiamo per andare a cena al Grand Hotel Eden di Paradiso. Lì siamo i primi ad arrivare per aver paura di restare senza cena e per una volta non siamo gli ultimi a partire. Abbiamo trascorso una buona serata con giochi di intrattenimento, ma vogliamo tenere qualche forza per l'ultima partita della stagione.

Neppure la squadra del CC Flims ci lascia la soddisfazione finale e si impone per 7-6 (in 7 end).

Alla conclusione di questo bellissimo torneo 2017 a Lugano ci viene solo un dubbio: non è che abbiamo giocato con il sasso sbagliato?

Un GRANDE GRAZIE a Pepi Cattomio per il gran bel sasso che ci ha costruito!

Sabato 1. aprile si svolgono, nella magnifica Halle di Flims, le finali del campionato Ticinese. Per dimostrare che non si tratta di uno scherzo e consci della prestazione che la difesa del titolo comporta, ci portiamo in zona già il venerdì pomeriggio.

Marti si procura finalmente una scopa e dopo qualche foto all'impeccabile infrastruttura si può quindi cominciare con un serio allenamento, dove cerchiamo tutti di prendere le misure del ghiaccio, molto bello e fine rispetto al nostro habitat normale. Contenti e super-carichi per il giorno a venire, ci concediamo un'ottima cena in compagnia della famiglia del Pepo (grazie!).

La prima partita comincia in modo altalenante: dopo una convincente casa da 3 ci rilassiamo e ci vediamo rifilata una casa da 6. Abbiamo la forza di riderci su e concentrarci e portiamo a casa la partita di misura 9-8 contro la squadra Komm-e-stai? di Chiasso.
Segue una delle più belle partite a cui il sottoscritto ha finora preso parte, contro la forte squadra Note di Lugano. Perdiamo 9-8 all'ultimo sasso dopo una partita dove abbiamo giocato bene e tutto sommato equilibrata. Siamo tutt'ora convinti che con una mossa controintuitiva avremmo potuto togliere un nostro sasso dalla casa per evitare di offrire un comunque non facile appoggio.
Cominciamo la terza partita avendo speso molte energie e dopo il terzo end siamo pari. La concentrazione lascia però spazio alla stanchezza e via libera alla squadra LM77 di Lugano per una vittoria netta 10-4.

Finiamo dignitosamente al 7. posto, consapevoli di aver dato una delle migliori prestazioni di squadra (al completo) della stagione e portando a casa un'ottima esperienza. Ringraziamo Fabrizio e gli organizzatori per una manifestazione riuscitissima!

Sabato 4 marzo una parte della squadra è partita di buon'ora per andare a Küssnacht Am Rigi al torneo "Fürnäeignigörlinghallä", in assenza di Fiore che si è giustamente presa una vacanza in Africa pur sperando di trovare una qualche pista di curling per non perdere il vizio... e in assenza di Raffy che, viste le corte finanze della squadra, è stato ceduto in prestito alla squadra di Werner per una cifra che anche Cristiano Ronaldo ci invidia. Gli onnipresenti Pepo, Martino e Aba, con l'inserimento dell'ultima ora di un pezzo da 90 come Mauro, si sono messi in marcia con lo spirito allegro di sempre.

Prima tappa obbligatoria al Rastsätte per un caffè e per incontrare i supporter di Pepo. Questa volta dei 500/800 fan presenti nella precedente trasferta neanche l'ombra...

Arrivati alla Halle ci siamo cambiati in tutta fretta e dopo la solita ramanzina di Pepo ci siamo scontrati con la squadra femminile di Küssnacht (Blöchliger). Subito risvegliati da un sogno, ci siamo trovati davanti alla cruda realtà: capitolazione per 7-3. Piacevole comunque la compagnia avuta durante l'ottimo buffet thailandese che era poi il vero scopo di questa trasferta...

Al secondo turno abbiamo incontrato la squadra di Sihlsee (Pirker). Siamo partiti concentrati e con lo spirito giusto portandoci sul 7-0 al terzo end. Qui lo skip ha cominciato a fare il "bullo" e siamo stati rimontati fino al 7-7 al quinto end. Per fortuna una nota marca di biancheria intima che ci fa da sponsor ci aveva dato in dotazione uno slip che faceva al caso nostro... Comunque alla fine siamo riusciti a portare a casa la partita, grazie anche al penultimo sasso giocato a livelli da Olimpiadi. Alla fine si è dovuto in ogni caso far capo all'altro sponsor ufficiale che abbiamo, ossia quello di pastiglie anti ansiolitiche...

Al terzo turno giocato con le migliori otto squadre del torneo qualcuno di noi pensava già alla strada del ritorno e al riposino che avrebbe fatto in macchina... Bisogna dire che lo skip avversario, malgrado non fosse più nel fior fiore della sua vita, ci ha dato una dimostrazione di come si gioca a curling e abbiamo perso per 7-4 contro Zuger Bärg Curler (Inderbitzzin). 

Quest’anno abbiamo comunque migliorato la posizione finale del 2016 dal 16° al 10° posto. Non abbiamo preso grandi legnate e un leggero miglioramento di gioco in una Halle si è visto. La strada è ancora lunga, ma pian piano con la nostra tenacia arriverà anche il colpaccio...

Alla trasferta ci hanno accompagnato anche altre due squadre di Ascona che al ritorno si sono unite a noi per una cena in compagnia in un noto ristorante di Faido, dove erano presenti delle strane persone che si tagliavano i pantaloni ed erano un po' tanto euforiche. Non si capiva se era per la presenza della famosa squadra del Team Fiore o per cosa.

Abbiamo comunque già mandato la mail d'iscrizione per il 2018 per evitare di essere estromessi da questo simpatico e gastronomico torneo.

A questo torneo ci presentiamo con una prova tattica di squadra. Tutto il team Fiore vestito a nuovo, con l'abbigliamento sponsorizzato dallo skip Morotti, entra in campo con grande grinta per far fronte alla pressione. Giuseppe decide di godersi il sole di questi due giorni dalla tribuna e manda in campo Raffaele skip, Fiorenza third, Martino second e Aba lead.

La prima partita incontriamo il cc Langnau e con un ottimo avvio ci portiamo a casa due primi punti vincendo 9-7.

La seconda partita ci vede affrontare il forte cc Lyss city. Proviamo a cambiare tattica di gioco facendo entrare il nostro skip. Lo mettiamo come third pensando di rafforzare la squadra, ma le forze sono state nulle. La rimonta non è bastata per imporci e abbiamo perso 6-9 all’ultimo end.

Procediamo il giorno seguente presentandoci di buon'ora per la preparazione del campo, visto che il Team Fiore non si tira mai indietro neppure facendo le ore piccole!

Iniziamo di buona mattina con la speranza di vincere e incontriamo la squadra del cc Ascona Monti. Gli errori degli avversari sono stati superiori ai nostri e abbiamo concluso con una vittoria per 12-7.

Nelle finali incontriamo il cc Lugano Itirasass e vinciamo 7-3.

Alla 21a edizione del torneo delle Camelie concludiamo al 7° posto su 24 e portiamo a casa un po' di carburante per i prossimi tornei.

Il 25 marzo 2017 il CC Chiasso festeggiava il suo cinquantesimo compleanno e nel suo solito spirito accogliente ha accettato anche noi alla festa. Partiti a ranghi ridotti a causa di defezioni dell'ultimo minuto, Fabrizio Borsari del Chiasso ha accettato di darci una mano. E meno male… perché gli asconesi Pepo, Marti e Fiore, non vedendo più il ghiaccio da un po', stavano già dimenticando come si gioca.

La prima partita contro la forte squadra dei Bruno Banani, che ha poi vinto il torneo, è servita da sveglia. La sconfitta per 10-3 non ci ha comunque tolto il buonumore. 

La seconda partita contro i Sottosopra faceva strano incontrare il Fasö sul rink nella veste di skip anziché in porta di unihockey. È stato un bello scontro equilibrato che ha dovuto attendere l'ultimo sasso per assegnare la vittoria per 5-4 al Team Fiore.

Alla terza e ultima sfida ci aspettavano i Rüzzasass. Il nostro skip è tornato a mostrare le sue qualità e ci ha aiutato a vincere per 6-3 portando in cascina altri due preziosi punti, ma non sufficienti per andare oltre un quinto posto. 

Vorremmo ringraziare il CC Chiasso per l’accoglienza, la bella organizzazione con ottima grigliata, la simpatia e l’allegria che sempre li contraddistinguono. Non mancheremo certamente il loro prossimo appuntamento al torneo Primavera del 28-30 aprile.

Partenza presto, sabato mattina, per la prima uscita fuori cantone. Direzione: Küssnacht am Rigi, per il torneo in halle “53. Rigi-Kanne” ben organizzato dal CC Rigi-Kaltbad.

Il viaggio si fa a tappe, innanzitutto per raccogliere tutti i membri del team sull’auto di Pepo, che ha il quattro, in seguito per una bella colazione al Raststätte, con tanto di fanclub (casuale) incontrato sul posto e prime indicazioni del nostro skip. Formazione: lead Marti, second Fiore, third/skip Pepo, fourth Raffy.

Arriviamo agli impianti sportivi per tempo e siamo pronti. Il nostro torneo parte con l’incontro della squadra di Herisau (Dörig) che, con tanta buona aggressività, ci ha portato alla realtà della halle (dove il team gioca per la prima volta in stagione e chi scrive per la prima volta da sempre) rifilandoci un chiaro 2-13.

Sapevamo di non poter andare a fare i bulli e non ce la siamo presa, poi rifocillati dal buffet Thai al ristorante della pista apriamo la seconda partita con una casa da 4. Questa ci ha dato fiducia e ci ha permesso di proseguire un po' più tranquilli verso la vittoria per 10-5 contro la non irresistibile squadra di Aarau 2 (Habegger).

Il Team Fiore era a Küssnacht per una cosa: imparare. Da una parte cercare più precisione e regolarità nella tecnica, dall’altra vivere il team e conoscersi meglio. Dopo le partite abbiamo quindi ritirato gli alloggi e ci siamo dedicati ad attività più conviviali a tavola, per poi apprezzare il Lago dei Quattro Cantoni in notturna e concludere la serata a carte.

Sarà la notte corta, sarà la colazione fatta al volo, tant'è che la prima partita di domenica ci vede confusi, sconclusionati e infine battuti 6-13 da Rigi Kaltbad 1 (Küttel). Facciamo un bel respiro e, decisamente più determinati, ci presentiamo con Raffy third e Pepo fourth sul rink per la quarta partita che ci ha visti avversari alla squadra di casa Küssnacht/Rigi Kaltbad (Iten). Non abbiamo giocato male, ma la tattica, che necessita di revisione, non ci ha concesso di andare oltre a un 4-9, portando via diversi end da 1 ma prendendo case da più pietre.

Di ritorno dal nostro fine settimana di team, che ci ha permesso di imboccare la strada giusta (anche se ancora lunga) su un ghiaccio diverso dall’abituale, andiamo a fare un bel debriefing in quel di Attinghausen. Al rientro siamo stanchi, stanchissimi... ma la voglia sarebbe quella di ripartire subito!

Torneo Befana 2017Sembra proprio partito col piede giusto il Team Fiore targato 2016/2017.
Al mitico torneo della Befana organizzato dalla splendida società di Faido, ci siamo presentati al gran completo e per aiutare la società organizzatrice a completare tutte le squadre abbiamo deciso di prestare Martino alla squadra composta da Buchegger, Regazzoni e Mario del CC Ascona.
Nano ha invece aiutato il Chiasso di Frigerio.
Il team composto da Aba1, Fiore2, Pepo3 e Raffy skip ha incontrato subito il Lugano. Fabrizio, Gloria e due principianti ci hanno messo un po’ in difficolta a metà della prima partita raggiungendoci nel risultato di 5-5 ma poi con la massima concentrazione abbiamo vinto 8-5.
Dopo una piccola pausa (caffè) per riscaldarci in questa giornata abbastanza frescolina (-5º C alle 8) siamo tornati in pista contro la squadra mista skippata da Werner. Anche nella seconda partita siamo partiti bene ma poi forse ci siamo rilassati un po’ troppo e prima dell’ultimo end eravamo sotto 7-6. Come già detto prima il Team si è concentrato come sa fare solo lui e abbiamo vinto 9-7.
Pausa di mezzodì con un ottimo piatto di pasta e pom con contorni.
In finale guarda un po’ chi troviamo? La squadra a cui abbiamo prestato Martino. Praticamente 5 membri del Team Fiore in finale e scusate se è poco!!!
Pur piccolo che sia il torneo della Befana con 8 squadre partecipanti, è pur sempre una finale.
Anche qui superconcentrati e senza nessuna sbavatura abbiamo vinto 6-1.
Ripeto: splendida giornata organizzata dalla mitica società di Faido e con un grande bacione grazie a tutti.